Differenza tra carta di credito di legno, metallo e platino. Pro e contro e caratteristiche

448

Indice dei contenuti

Carte di credito di legno, metallo e platino, ma cosa sono? Oggi le carte di credito sono disponibili per molte più persone rispetto ad un tempo e le aziende si sono sbizzarrite, non più solo plastica, ma anche materiali particolari per evidenziare il prestigio del possessore. Ci sono carte di credito di legno, metallo e platino che, sebbene siano un simbolo di status sociale elevato, oggi sono a disposizione di molti.

Vantaggi delle carte di credito di legno, metallo e platino

Oggi ci sono carte di credito di legno, metallo e platino, ma a che servono? Hanno qualche utilità in più rispetto alle classiche tessere di plastica? Una carta di credito in metallo si differenzia dalle altre proprio per il materiale con il quale è fatta, che nella maggior parte dei casi è acciaio inossidabile. In questo modo resiste all’usura ma ha anche un peso maggiore rispetto alle carte di credito di plastica.

Un’altra caratteristica è quella del prestigio collegato alla carta di credito, infatti le carte di pagamento Vip sono Gold, Platinum e Black.

Una carta in metallo ha un colore diverso anche se è meno prestigiosa della carta di platino American Express. Dal punto di vista tecnologico la carta di credito di metallo non ha niente di diverso rispetto alle altre, essendo dotata di tutte le ultime tecnologie disponibili. È contactless, ha la tecnologia chip & pin e molti altri optional, per non dire tutti.

Può differire dal posizionamento del chip oppure dalla scrittura dei dati su di essa. Per quel che riguarda i costi bisogna valutare le commissioni e il canone annuo, che vengono di solito determinati più dal circuito che dalla società che fabbrica la carta. Non sono molti gli istituti di credito e le agenzie che emettono carte di credito di legno, metallo e platino, tra di esse troviamo American Express.

Carte di credito di platino e di metallo

American Express Platino è una carta estremamente prestigiosa che costa 60 euro al mese ovvero 720 euro all’anno e naturalmente ha tutti i vantaggi delle carte American Express. Anche la banca tedesca N26 ha emesso una carta di credito di metallo per clienti privati e del settore business.

Un’altra azienda che offre una carta di debito in metallo è Qonto One che, al pari delle altre, ha tanti vantaggi come poter accedere alle sale Vip negli aeroporti di tutto il mondo.

Tra le carte di credito in metallo c’è Revolut Metal, che offre un cashback fino allo 0,1% in Europa e 1% fuori dall’Europa per ogni pagamento e i prelievi sono gratis. Solitamente le carte di platino sono le più costose che ci siano, offrono un plafond molto alto e includono programmi basati su raccolte punti e spese. Hanno l’assicurazione di viaggio internazionale inclusa e il rimborso in caso di ritardo o smarrimento dei bagagli.

L’assicurazione sul furto e danneggiamento di oggetti acquistati all’estero è compresa e a volte perfino quella sui noleggi delle macchine. Anche queste carte permettono di accedere alle sale Vip degli aeroporti. Tra le più prestigiose carte di platino disponibili sul mercato c’è la già citata carta American Express Platino, senza limite di credito massimo.

Requisiti per ottenere la carta American Express Platino

La carta di platino American Express si può richiedere su Internet e usarla permette di avere diversi benefici come la partecipazione ad alcuni programmi, sconti, cashback e altro. I requisiti per poterla richiedere sono di essere maggiorenni, avere un conto corrente bancario, risiedere in Italia e avere un reddito lordo minimo di 45.000 euro l’anno.

Il reddito deve essere dimostrabile e la decisione di concedere o meno la carta è a totale discrezione di American Express. I costi sono molto alti, ad esempio per un prelievo di contante viene applicata una commissione del 3,9%. In definitiva avere una carta di credito di legno, metallo e platino è soprattutto un modo per mostrare il proprio prestigio economico.

Altre carte di metallo e di legno

Da notare la carta Alitalia Platino, un’American Express studiata per chiunque voli frequentemente con l’Alitalia. Una notissima carta di credito di legno è Flowecard, senza canone né costi di emissione. Ha un IBAN italiano e può essere virtuale o in legno.

La cosa principale che la contraddistingue è la eco sostenibilità alle tematiche ambientali, perché l’azienda che ha ideato il conto e la carta di debito è anche una società benefit che vuole perseguire finalità ecosostenibili e trasparenti di rispetto verso il territorio e l’ambiente.

Ogni volta che una persona richiede una carta di debito Flowecard viene piantato un albero in Guatemala.

Si tratta solamente di una delle molte iniziative in cui la società è impegnata, tanto da ottenere la certificazione Carbon Neutral, che viene assegnata a tutte le aziende che dimostrano di compensare l’anidride carbonica emessa. Il legno della carta di credito proviene da foreste gestite responsabilmente e non impatta sul sistema ambientale.

La carta, oltre che essere eco-sostenibile, non passa davvero inosservata e per il resto ha tutte le funzioni che hanno le altre carte di pagamento, un costo di emissione di 15 euro e limiti di plafond di 10.000 euro. Vi sono diversi profili per questa carta, ad esempio quello superiore prevede un saldo massimo di 75.000 euro. Meglio dunque una carta di credito di legno, metallo e platino o di plastica?

Le informazioni circa le offerte delle aziende sono simulazioni e sono per natura cangianti nel tempo e potrebbero essere passibili di errore, quindi visitate sempre il sito della banca/finanziaria/azienda per avere tutte le informazioni aggiornate