Quali carte di credito sono a canone zero? Guida al confronto

456

Indice dei contenuti

Non è semplice trovare carte di credito a canone zero che offrano funzionalità avanzate o abbiano plafond e limiti di spesa e di prelievo elevati. Sono spesso prepagate e se non hanno un canone, non hanno neppure commissioni e spese di gestione. Vediamo quali sono le più affidabili.

Esistono le carte di credito a canone zero?

Le carte di credito a canone zero o con un canone mensile annuale sono strumenti di pagamento elettronico che consentono di fare tutte le operazioni mediante una tessera di plastica o di metallo. Nella tessera c’è una banda magnetica o un microchip per poterla usare nei negozi fisici muniti di POS e pagare semplicemente accostandola se è contactless.

Le carte di credito a canone zero non offrono tante opzioni e hanno qualche limite, ma possono essere sufficienti per la maggior parte delle persone.

Di solito vengono emesse da un istituto di credito ai clienti per effettuare pagamenti che rimborseranno poi tramite una trattenuta sul conto corrente il mese seguente. Le carte prepagate vanno caricate di soldi per poter essere utilizzate e possono anche essere svincolate da un conto corrente.

È possibile che le carte di credito a canone zero funzionino in maniera egregia, ma la banca a volte si rifà con le spese di gestione del conto e le commissioni sulle operazioni fatte con la carta. Carte di credito a canone zero e senza nessuna spesa se ne trovano poche, sono molte di più le prepagate completamente gratuite. Le carte di credito a canone zero ricaricabili non permettono di avere accesso al credito e neanche di ricavare profitti dagli interessi di un conto bancario.

Tuttavia consentono di fare tante cose, ad esempio prelevare contanti dagli sportelli automatici in Italia e nel resto del mondo spesso senza costi di commissione. Si usano per fare acquisti su Internet e nei negozi fisici e la maggior parte ha un IBAN, in modo da poter fare e ricevere bonifici, accreditare stipendio o pensione e domiciliare le bollette. È difficile che queste carte di credito a canone zero prepagate non abbiano spese, ne esistono ma hanno limiti di azione sui prelievi e le spese.

Per chi sono le carte di credito a canone zero prepagate

Le carte di credito senza canone prepagate servono soprattutto per rendere più semplici gli acquisti su Internet e per soddisfare le esigenze dei clienti con poche pretese finanziarie. Una carta ricaricabile permette di gestire i soldi senza rischi, perché il plafond è solitamente limitato.

Quando sono finiti i soldi caricati le carte di credito a canone zero prepagate non funzionano più, quindi non c’è nessun rischio di andare in rosso e pagare penali come con le carte di credito tradizionali appoggiate a un conto corrente.

Le carte di credito a canone zero prepagate sono perfette per chi si occupa di trading, da usare per fare i versamenti abbinandole a un conto d’appoggio parallelo dove accreditare i profitti. Sono lo strumento meno rischioso per questo tipo di investitori che corrono il pericolo di lasciarsi prendere la mano e rimanere senza un soldo. Tra le migliori carte di credito a canone zero prepagate c’è la carta HYPE Start, che è dotata di IBAN e non si appoggia a nessun conto corrente.

Si può gestire con un’applicazione sullo smartphone e la procedura per richiederla è rapidissima e si fa on-line. Si può ricaricare con un bonifico, con un’altra carta di pagamento oppure in contanti. Questa carta ha canone, emissione, ricarica e prelievi senza alcun costo, per cui si può dire che è praticamente gratuita. Non è l’unica, perché anche la carta prepagata Tinaba che si appoggia al circuito MasterCard ha zero costi. I bonifici SEPA sono gratis ed è anche compatibile con Google Pay e Samsung Pay.

Carte senza canone a seconda delle esigenze

Tra le carte di credito a canone zero migliori c’è la carta conto YAP, compatibile con Google Pay e Apple Pay e dotata di IBAN. Anche questa carta si richiede in maniera rapida su Internet e per averla basta avere compiuto 12 anni. Per poter effettuare pagamenti è collegata a una carta virtuale MasterCard e si gestisce completamente con un’applicazione sullo smartphone.

La carta conto YAP si ricarica con un’altra carta di credito, prepagata o di debito, tramite bonifico in euro, con PayPal e nei tabaccai Sisal.

È molto comoda, perché prevede la possibilità di impostare un budget settimanale e avere ricariche periodiche per essere sicuri che ci siano sempre dei soldi. Basta impostare il limite minimo sotto il quale non si vuole scendere e indicare una carta di credito o di debito dalla quale prelevare il denaro. Essendo una carta destinata anche ai minorenni, la richiesta dell’estratto conto deve essere fatta dal genitore o dal tutore legale. È una delle migliori carte di credito a canone zero riservate ai giovanissimi e l’unica spesa è la ricarica presso i punti SisalPay che costa 2,50 euro.

Le migliori carte di credito gratis

Una delle più interessanti carte free è HYPE Start. È una carta conto prepagata dotata di codice IBAN che si gestisce con un’applicazione sullo smartphone. È anche contactless, dunque comoda per fare acquisti nei negozi fisici. Ovviamente è possibile prelevare gratuitamente presso tutti gli sportelli ATM e ricaricarla in contanti, con un’altra carta di pagamento o con un bonifico. Anche la ricarica è a costo zero.

HYPE Start è una carta senza spese, ma ne esistono altre versioni a pagamento come HYPE Next e HYPE Premium, tutte con IBAN e collegate al circuito MasterCard.

Anche la carta HYPE Start è disponibile per i minorenni, come del resto quasi tutte le carte di credito a canone zero che sono pensate proprio per i più giovani. La carta prepagata Tinaba è completamente gratuita e usa il circuito MasterCard. Volendo è possibile appoggiarsi a un conto a zero spese della Banca Profilo, sebbene la carta sia indipendente perché è dotata di IBAN. Tutte le operazioni si gestiscono con un’applicazione disponibile per Android e iOS e la carta prepagata Tinaba è compatibile con Samsung Pay e Google Pay. Anche per questa carta esistono versioni più evolute che però hanno un costo, seppur limitato.

Caratteristiche essenziali delle carte di credito free

Generalmente le carte di credito a canone zero vengono emesse per attirare i clienti verso prodotti a pagamento. Le carte costano in base alle funzionalità che offrono, ai limiti di spesa e di prelievo e al tetto massimo di spesa mensile. Sono importanti le comodità come la compatibilità con i sistemi di pagamento più moderni su Internet, ma anche nei negozi fisici, con la tecnologia contactless.

Le funzionalità di base per pagare e prelevare il denaro agli sportelli automatici le hanno tutte, quello che cambia sono i limiti di spesa, imposti per poter azzerare il canone.

A volte, a fronte di una spesa mensile di pochi euro, si ottengono tante opzioni in più ed è quello che cercano di fare di istituti che emettono le carte di credito gratis. Non è raro che un cliente che si è trovato bene con quel prodotto sia disposto a spendere qualcosa in più per avere possibilità più ampie, rimanendo sempre con lo stesso gestore. Quasi tutte le carte di credito senza canone sono ricaricabili e non si appoggiano ad un conto corrente perché sono dotate di IBAN.

Le informazioni circa le offerte delle aziende sono simulazioni e sono per natura cangianti nel tempo e potrebbero essere passibili di errore, quindi visitate sempre il sito della banca/finanziaria/azienda per avere tutte le informazioni aggiornate