Tutte le tipologie di carte di credito prepagate: migliori offerte del 2023

349

Indice dei contenuti

Le tipologie di carte di credito prepagate sono veramente tante e ogni anno le aziende propongono le loro migliori offerte per attirare i clienti. La scelta di una carta di credito va fatta in base al proprio budget e alle spese che si intendono fare. Cerchiamo di analizzare le differenze principali delle carte di credito prepagate, in maniera da poter scegliere la migliore in base alle proprie esigenze.

Caratteristiche delle carte di credito prepagate

Le carte di credito prepagate sono chiamate anche carte ricaricabili e si differenziano dalle carte di credito e dalle carte di debito. Queste ultime due sono collegate a un conto bancario tramite il quale la carta utilizza i fondi. Le carte di credito prepagate non sono legate a nessun conto perché i soldi devono essere caricati in anticipo e potranno essere utilizzati esclusivamente fin tanto che non finiranno.

L’uso è lo stesso delle altre carte, da un punto diverso di vista operativo si possono prelevare contanti agli ATM, fare acquisti su Internet o nei negozi fisici usando il POS.

Solitamente si gestiscono mediante una app installata sullo smartphone oppure con l’home banking dal computer. Alcune carte di credito prepagate hanno un IBAN, per cui possono sfruttare tutte le funzionalità di un conto corrente facendo e ricevendo bonifici, accreditando stipendio o pensione oppure domiciliando le utenze. Naturalmente il costo delle carte di credito prepagate è variabile a seconda delle funzionalità e, prima di sceglierne una, bisogna tenere in considerazione tre parametri.

Il prezzo di emissione a volte può essere gratuito, ma più spesso non lo è, anche se è abbastanza contenuto. La maggior parte delle carte hanno un canone mensile o annuo, più o meno elevato. Infine ci sono i costi operativi che vengono calcolati ogni volta che si prelevano soldi, si fanno bonifici, si paga su Internet o tramite POS in euro o valuta estera, caso in cui bisogna aggiungere anche le spese di commissione per il tasso di cambio, spesso molto alte.

Limiti e spese

Sebbene tante carte abbiano le stesse funzioni di un conto corrente, le carte di credito prepagate costano molto meno perché hanno dei limiti. Quando se ne deve scegliere una bisogna guardare il plafond, ovvero il limite massimo di denaro che la carta può contenere. Un altro numero molto importante è il massimale, ovvero la quantità mensile massima di soldi che si possono versare.

Quasi sempre le carte di credito prepagate hanno dei limiti giornalieri e mensili sul prelievo di soldi e sulle spese e naturalmente quelle con meno limiti costano di più in termini di canone e commissioni.

Alcune carte di credito prepagate sono adatte ai minorenni che abbiano compiuto almeno 12 anni e generalmente sono quelle con meno spese e più limiti. Sono ideali per gli studenti o per i genitori che vogliono dare ai figli una certa indipendenza economica senza esagerare con le spese. I gestori di alcuni istituti che emettono le carte prepagate offrono cashback con negozi convenzionati, ovvero sconti e promozioni su alcuni prodotti se vengono pagati con la carta.

Vi sono poi carte di credito prepagate specifiche per alcuni usi, ad esempio per chi viaggia. Hanno spese più alte ma sono uguali in tutto il mondo e non si pagano le commissioni sui tassi di cambio. Alcune gestiscono le cripto valute e sono perfette per gli investitori virtuali mentre altre offrono denaro, sconti o vantaggi per ogni nuovo cliente presentato.

Le carte prepagate virtuali

Esistono carte di credito prepagate virtuali, ovvero senza supporto fisico ma con tutte le funzioni di quelle di plastica. Di solito sono in aggiunta alla carta fisica, ma alcune esistono soltanto in formato virtuale. In certi casi si possono usare come carta fisica nei POS avvicinando lo smartphone e stabilendo un contatto.

Le carte di credito virtuali si possono generare on-line e hanno tutti gli elementi delle altre carte, ossia la data di scadenza, il numero e il codice segreto CVV.

Appartengono quasi sempre a circuiti consolidati come Visa e MasterCard e si gestiscono tramite lo smartphone e una app dedicata oppure mediante home banking. Le carte virtuali sono più sicure di quelle fisiche, spesso hanno una durata limitata e alcune sono usa e getta. Quando si fanno le transazioni i dati non sono divulgati in nessuna maniera, per questo motivo sono considerate le più sicure sul mercato.

Generalmente sono economiche, molto semplici da gestire e possono essere o meno collegate ad un conto corrente. Ne esistono alcune solo virtuali che si attivano immediatamente dopo averne fatto richiesta tramite la app. Hanno limiti di giacenza piuttosto bassi ma quasi tutte le operazioni sono gratuite e non esiste un canone. In genere sono compatibili con Google Pay, Apple Pay, Samsung Pay.

Sicurezza delle carte di credito prepagate

Le carte di credito prepagate virtuali sono sicure perché non è possibile che il sito Internet dove si sta effettuando il pagamento le possa clonare. Il motivo è semplice, i rischi che si hanno con le carte prepagate tradizionali spariscono perché durante la transazione non sono divulgati né i dati, né il numero, né alcun riferimento che possa permettere di clonare la carta.

Le carte di credito virtuali funzionano come tutte le altre e bisogna inserire i dati richiesti per fare i pagamenti on-line. La scadenza di solito viene decisa al momento dell’emissione e, come abbiamo già detto alcune sono usa e getta, non si possono ricaricare e hanno un periodo di validità limitato.

Le carte virtuali sono quasi sempre addizionali ad altri servizi già acquistati come il conto corrente o la carta fisica, pertanto sono offerte in maniera gratuita.

La carta YAP è prodotta da Nexi ed è una prepagata virtuale che si può usare per i pagamenti su Internet e anche nei negozi fisici avvicinando il cellulare al POS. Per questo motivo è considerata una delle carte di credito prepagate più sicure ed affidabili, inoltre usa il circuito MasterCard, accettato ovunque.

Questa carta richiede l’autenticazione biometrica tramite il riconoscimento del viso o dell’impronta digitale per essere utilizzata ed è perciò la più sicura che attualmente sia in circolazione. Si può usare con un solo dispositivo e si può spendere solamente l’importo ricaricato presente sul saldo.

Carte con riconoscimento biometrico

La carta YAP è adatta anche ai minorenni, infatti si può attivare da ragazzi tra i 12 e i 17 anni. I genitori la possono dare ai propri figli e fornirgli così un comodo strumento di pagamento elettronico controllando al contempo tutte le spese. Questa carta può essere usata da chiunque perché non sono effettuati controlli se si è un cattivo pagatore, un protestato o un disoccupato.

Essendo una carta prepagata non c’è nessun rischio che chi la usa spenda più di quanto è stato caricato.

Attivarla è facilissimo e occorrono un documento d’identità valido, il codice fiscale e una foto recente. L’attivazione si fa presso il sito Internet ufficiale e dura cinque minuti. La carta è gratuita e si può usare su Internet e nei negozi fisici perché, come abbiamo già detto, basta avvicinare lo smartphone al POS che stabilisce un contatto e si può fare il pagamento.

L’autenticazione biometrica è una sicurezza eccellente, così come la possibilità di accedere alla app esclusivamente dal proprio smartphone. Esistono altre carte con livelli di sicurezza simili, ma hanno costi più elevati, la carta YAP è gratis e registrandosi nel sito si riceve un bonus di 10 euro da spendere come si vuole.

Le informazioni circa le offerte delle aziende sono simulazioni e sono per natura cangianti nel tempo e potrebbero essere passibili di errore, quindi visitate sempre il sito della banca/finanziaria/azienda per avere tutte le informazioni aggiornate